Etica redazionale
Al momento della pubblicazione dei materiali, il collegio di redazione si attiene ai principi e alle norme accettate dalla comunità scientifica internazionale che regolamenta i rapporti di tutti i partecipanti al processo di pubblicazione: autori, recensenti, redattore esecutivo e generale, editori e lettori. Facciamo presente che i materiali presentati per la pubblicazione devono:
1) Corrispondere alla tematica della rivista e rispondere ai criteri di originalità, attualità, fondatezza e novità;
2) Essere pubblicati per la prima volta e corrispondere a tutti i requisiti tecnici per le pubblicazioni di questa rivista;
3) Devono essere corredate di tutti i necessri riferimenti alle operre utilizzate, fatta eccezione per il plagio, con il quale si intende non solo la copiatura di parti di lavori altrui, senza riferimento conforme ale regole di citazione scientifica, ma anche la parafrasi o il taglio degli assunti e conclusioni altrui, la citazione falsa, la presentazione ripetuta dello stesso materiale senza l’accordo delle parti in causa, la scrittura a più mani non confermata o la collaborazione e il plagio in se stess;
4) Contenere informazioni sulle fonti di finanziamento e i possibili conflitti di interesse, che includano tanto singoli quanto organizzazioni.
Il collegio redazionale si attiene alle raccomandazioni del Comitato per l’etica redazionale (COPE). Il materiale recepito è analizzato come un documento confidenziale, mentre il suo contenuto è valutato indipendentemente dal sesso, razza, età, status, cittadinanza e idee politiche dell’autore (autori). Non sono diffuse informazioni né durante né dopo il processo di recensione. Il collegio redazionale si riserva il diritto di non avviare rapporti epistolari in merito all’accettazione o al rifiuto degli articoli con persone che non siano gli autori. Il redattore generale e il suo vice garantiscono il processo di recensione obiettiva.
Con la trasmissione dei materiali alla redazione, l’autore (autori) confermano:
1) La paternità dei materiali e il fatto che non siano stai lesi diritti d’autore di terzi;
2) Veridicità dell’informazione su di sé come autore (autori);
3) La compresione del fatto che i materiali accettati non possono essere di dominio pubblioco e qualsiasi correzione può essere fatto d’accordo con la redazione;
Qualora siano trasgrediti i principi e le norme dell’etica redazional o siano intrapresi tentativi di fare pressione sul corso della recensione, il collegio redazionale si riserva il diritto di rifiutare la pubblicazione senza chiarimento dei motivi e di non accettare i materiali da parte dei suddetti autori per cinque anni.

Tappe della recensione
Tutti i materiali che arrivano in redazione passano un sistema di recensione anonima (a condizione dell’osservazione da parte dell’autore delle condizioni di formalizzazione degli articoli, com indicato poi): La recensione avviene in tre tappe:
1. Esame preliminare dei materiali da parte del direttore esecutivo del numero. La decisione dell’accettazione o meno dei materiali durante questo step è legata alla corrispondenza o non corrispondezna ai temi del numero.
2. Double-blind peer review dei materiali approvati dal direttore esecutivo. La decisione dell’accettazione o meno dei materiali durante questo step è legata al contenuto dei materiali ed è seguitda da una recensione in forma libera. In caso di divergenza radicale delle opinioni tra i recensori, il redattore generalle nomina un recensore aggiuntivo.
3. Rielaborazione dei materiali accettati per la pubblicazione. La decisione dell’accettazione o meno dei materiali durante questo step è legata alla rielaborazione del testo sulla base delle annotazioni dei recensori. Se il materiale rielaborato dall’autore è inviato alla redazione in un periodo che supera i due mesi, la redazione si riserva il diritto di valutarlo come nuovo materiale e di sottoporlo a tutto il processo di recensione.
4. Regole di formalizzazione degli articoli
Si prega cortesemente di attenersi ai seguenti parametri tecnici di pubblicazione al momento della preparazione degli articoli: I materiali (a partire da 0,5 fogli a stampa a 1 foglio di stampa) devono essere redatti con carattere 14,0 TimesNewRoman, interlinea uno, con i seguenti margini: 3 cm a sinistra, 2 cm in alto e in basso e 1,5 cm a destra. Su ogni nuova pagina le note a piè di pagina con i commenti e la letteratura citata devono cominciare da 1. La nota si inserisce prima del segno di interpunzione, mentre tra le iniziali dell’autore deve esserci uno spazio (possibilmente inestendibil) Tutte le parole, espressioni e citazioni in greco antico o latino devono essere in Unicode.

I materiali devono contenere le seugenti informazioni:

- prima riga, il nome completo dell’autore e il numero identificativo del ricercatore ORCID ID (in grassetto, al centro in inglese e in russo);
- seconda riga: incarico ricoperto (non sono ammesse abbreviature delle denominazioni del posto di lavoro), grado e titolo accademico (al centro in inglese e russo);
- terza riga: indirizzo per l’invio per posta del giornale (questa informazione non sarà inserita nell’almanacco. È solo per il consiglio di redazione);
- quarta riga: città, paese (al centro)
- quinta riga: Intestazione a lettere maiuscole (in grassetto, lettere maiuscole, al centro, in inglese e in russo);
- sesta riga: lasciare vuota, poi la nota (non meno di 250 parole) e le parole chiave (giustificato, in inglese e in russo) e il testo;
- dopo il testo principale si prega di scrivere di scrivere una breve annotazione sull’autore (le pubblicazioni più importanti e gli aspetti della attività scientifica che si vorrebbero mettere in risalto).


Esempi di formalizzaione della letteratura citata nelle note a piè di pagina.
1) Per i libri Whitman C.H. Sophocles: A Study of Heroic Humanism. – Cambridge Mass.: Harvard University Press,1951. – P. 55.
2) Per parti di un libro: Michelini A.N. The “Packed-Full” Drama In Late Euripides: Phoenissae // The Play of Texts and Fragments / ed. by J.C.R. Cousland and James Hume, 2009. – Р.177.
3) Per gli articoli Honig B. Sacrifice, sorority, integrity: Antigone’s conspiracy with Ismene // Antigone, interrupted. – New York: Cambridge University Press, 2013. – P.151-189.